Vantaggi dell’SRL Semplificata

Stai per aprire una società ma non sai quale scegliere tra tutte quelle previste attualmente dall’ordinamento giuridico italiano?

Per chiarire le idee, innanzitutto, vediamo quali tipi di società esistono in Italia, prendendo in considerazione soltanto quelle a scopo di lucro, ossia le società che riservano ai soci i proventi dell’attività economica esercitata: le società di persone e le società di capitali.

Se vuoi fare delle domande, contattaci subito. Saremo lieti di aiutarti.

Vediamo brevemente le principali caratteristiche dei due suddetti gruppi:

–    società di persone:

  • non è necessario un capitale minimo per la loro costituzione,
  • i soci possono essere costretti a rispondere a eventuali debiti della società anche con il proprio patrimonio personale perché vi è una prevalenza dell’elemento personale (socio) rispetto a quello economico,
  • l’amministrazione spetta esclusivamente ai soci;

–    società di capitale:

  • prevale il fattore economico (capitale) rispetto a quello personale (socio),
  • eventuali creditori possono rivalersi soltanto sul patrimonio sociale e non su quello personale;
  • l’amministrazione può essere eseguita anche da non soci.

Le società di persone in Italia previste dall’ordinamento giuridico sono attualmente le seguenti:

–    società semplice
–    società in nome collettivo (snc)
–    società in accomandita semplice (sas)

mentre le società di capitali:

–    società per azioni (spa)
–    società a responsabilità limitata (srl)
–    società a responsabilità limitata semplificata (srl semplificata o srls)
–    società in accomandita per azioni (sapa).

Vorrei, ora, focalizzare l’attenzione sulle società a responsabilità limitata semplificata (srls) che sono state recentemente introdotte dal decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1, successivamente convertito con legge del 7 agosto 2013 del DL 76/2013, e sulla loro costituzione.

Che cos’è la srls? La società a responsabilità limitata semplificata è una forma societaria nuova nata per promuovere l’imprenditoria e gode di importanti semplificazioni e agevolazioni. Inizialmente era stata introdotta per agevolare i giovani fino ai 35 anni di età ma in seguito con un recente decreto ministeriale è stato abolito il requisito relativo all’età e l’accesso a tale tipologia di impresa è stato esteso a tutti gli individui.

Per quali motivi dovresti scegliere di aprire una srl semplificata e non una ordinaria? La srl semplificata come quella ordinaria, appartiene alle società di capitali, ma la caratteristica più vantaggiosa e innovativa della srls è che il capitale minimo richiesto per aprirla è di un 1 euro (il massimo consentito è però di euro 9.999,99).

Chi può usufruire di tale tipo di società?

Tutti, senza limiti di età.

Chi può amministrare una società simile?

I soci ma anche persone non socie.

I vantaggi nell’aprire una srls saltano subito all’occhio: è economica in fase di costituzione ed è una società di capitale, pertanto i soci non mettono a repentaglio il proprio patrimonio personale in caso di difficoltà societarie.

Quali sono, invece, gli svantaggi che comporta la costituzione di una srls? La gestione successiva all’apertura non è così economica, il capitale è vincolato ad un tetto massimo di euro 9.999,99 e l’amministrazione è vincolata da leggi che non consentono deroghe dai soci.

Dopo aver considerato i pro e i contro dei diversi tipi di società e aver capito che la società più adatta per te e per la tua attività è la srls, a chi dovrai rivolgerti? Dovrai recarti presso un notaio per redigere un atto costitutivo e aspetto non trascurabile, non dovrai pagargli nessun onorario se verrà utilizzato il modello standard, cioè il modello approvato con decreto del Ministro della Giustizia, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e con il Ministro dello Sviluppo Economico al quale però non può essere apportata alcuna modifica o integrazione.

Quali informazioni dovrai comunicare al notaio in quella circostanza?

  • I dati anagrafici e fiscali di ciascun socio: il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita, il domicilio, la cittadinanza, il codice fiscale;
  • la denominazione sociale incluse le informazioni riguardanti le sedi e la tipologia di attività svolta;
  • l’ammontare del capitale sociale, compreso tra 1 e 9.999,99 euro come previsto dall’articolo 2463, secondo comma, numero 4) che dovrà essere anche sottoscritto e totalmente versato alla data della costituzione, all’organo amministrativo;
  • il/i nominativo/i della/e persona/e socie o non socie alla/e quale/i verrà affidata l’amministrazione della società.

Il notaio registrerà in seguito questo atto e iscriverà la società nel Registro delle Imprese in cui avrà sede la società. Verrà quindi attribuito alla società un codice fiscale che corrisponderà anche al numero di partita IVA. La società sarà costituita nel momento in cui il notaio l’avrà registrata al Registro delle Imprese, e ciò potrà avvenire nel giro di 1-2 settimane circa.

A quali spese amministrative andrai incontro per costituire la società a responsabilità limitata semplificata?

Le spese previste ammontano a circa 168 euro per l’imposta di registro, circa 200 euro per l’imposta di diritto annuale e di denuncia di inizio attività presso la Camera di Commercio (gli importi variano a seconda del territorio di competenza), ma non si dovranno pagare imposte di bollo, diritti di segreteria e come abbiamo già visto le spese notarili.

Come si può dedurre da quanto descritto sopra, costituire una srl semplificata è un’operazione estremamente facile e sicuramente poco onerosa dal punto di vista economico. La semplificazione riguarda, però, soltanto la fase di apertura della società; infatti, dopo la costituzione, si dovranno adempiere i tradizionali obblighi contabili e fiscali previsti dalla legge italiana.

Sarà obbligatorio registrare le scritture contabili e annualmente presentare il bilancio di esercizio che sarà poi inviato al registro della Camera di Commercio di competenza.

Ovviamente, sarà necessario, in questa fase successiva, rivolgersi ad un Dottore Commercialista o a un esperto in materia contabile, ad un’associazione di categoria o a siti professionali di assistenza contabile online, ormai diffusissimi, per espletare tutta la parte contabile e fiscale a costi più contenuti rispetto ai canali tradizionali a parità di competenza ed esperienza (tra questi si può citare il sito di Servizio Contabile Italiano).

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.